mercoledì 20 settembre 2017

Offerte di Settembre - Dunwich Edizioni

Offerte di Settembre - Dunwich Edizioni


"Dante - Parte prima" di Jennifer Sage



Dante è il secondo Guardiano della Luce. Un Immortale for­temente legato alla sua terra, l’Italia, dove opera per distrugge­re i Demoni.
Dopo più di mille anni passati a combattere, trova piacere unicamente nell’arte, nelle sue amanti e, naturalmente, nell’uccidere le Ombre che si aggirano tra gli ignari Mortali. Conosce poco del vero amore; anche in vita era uno spirito libero che combatteva per chiunque gli riempisse le tasche e godeva del sesso quando poteva. Per lui non è cambiato molto da allora, a parte l’aver perso la compassione per la razza umana. Prima di incontrare lei, la sua anima antica igno­rava cosa significasse amare qualcuno più di se stessa. Giovanna è un’artista. Da cinque anni vive a Roma. Ha smesso di usare il suo vero nome dopo essere sfuggita alla morte e alla distruzione trovate negli antri più tenebrosi dell’anima del marito. Quando finalmente inizia a rilassarsi e ad ab­bracciare una nuova vita, nonostante gli incubi che ancora af­fliggono i suoi sogni, incontra un uomo in grado di cambiare ogni cosa. Ma fatica ad accettarlo per via della macchia che le oscura l’anima. Giovanna non desidera nient’altro che rea­lizzare la sua arte e vivere una vita tranquilla. Finché non in­contra lui. E tutto ciò che credeva di sapere di se stessa inizia a cambiare. Compresi i suoi occhi, che si stanno velando di Om­bre. Zaqar, un’anima perduta a cui è stata strappata ogni cosa, cerca di riemergere dalle tenebre. La ragione ha abbandona­to questa creatura celeste. Il sangue cerchia i suoi occhi, una volta limpidi, e fluisce liberamente mentre lui attua la sua vendetta. Il Principe era qui agli inizi e sarà qui fino alla fine dei gior­ni. Le sue motivazioni, che al principio erano pure, sono com­pletamente mutate. Lui e il suo destino hanno alterato il corso della storia e di questo mondo. Non sapete nulla del vostro mondo. Ma state per conoscerlo.


"Tankbread" di Paul Mannering



Dieci anni fa l’umanità ha perso la guerra per la sopravvivenza.
Ora zombie intelligenti governano la Terra. I sopravvissuti vi­vono in un mondo pericoloso sull’orlo dell’estinzione e nutro­no i non morti con la carne di persone clonate: il tankbread.
Un fuorilegge deve intraprendere un viaggio nelle terre desola­te dell’Australia, facendosi strada nel cuore dell’apocalisse alla disperata ricerca di un modo per salvare gli ultimi esseri umani e distruggere la minaccia dei non morti.
La sua unica compagna è una ragazza con un segreto straordi­nario. Il suo nome è Else. Ed è tankbread.


"Evadne: La sirena perduta" di Diana Al Azem




Non potrò mai dimenticare quel senso di soffocamento provocato dallo stare così tanto tempo sott’acqua. Né la mancanza di ossigeno che mi bloccava i polmoni, provocandomi piccoli spasmi, o la poca luce che passava sotto il mare, spegnendosi poco a poco. 
Qualche istante prima di perdere conoscenza, sentii qualcosa afferrarmi la vita e trascinarmi nelle profondità del mare. Proprio in quel momento persi i sensi.
Non ricordo né come né quando tornai a galla, ma a un tratto mi ritrovai alla deriva su una tavola da surf, di sera, a poche centinaia di metri al largo della costa di Tarifa. 
Grazie a una pattuglia di guardia che vigilava la zona, riuscii a tornare a casa. Non sono mai stata capace di spiegarmi come una bambina di tre anni, in mezzo al mare, fosse riuscita a sopravvivere a quelle temperature invernali.


"Nictophobia: Mondo senza luce" di Carlo Vicenzi




Le porte della città si sono chiuse alle spalle di Eliana, sul suo capo una sentenza di esilio che ha lo stesso sapore di una condanna a morte. 
Nessuna luce. Il Buio ha nascosto il sole agli occhi degli uomini e ora il mondo è immerso nell’oscurità. In un futuro distopico gli esseri umani si sono rinchiusi nelle città, dove possono tenere a bada le Tenebre con il fuoco e l’elettricità. Ma l’ignoto ha sempre esercitato un ambiguo fascino sull’uomo e l’Oscurità sembra diffondere un irresistibile richiamo per coloro che le prestano orecchio. Gli sguardi si rivolgono all’esterno, là dove il Buio ha nascosto il mondo e lo ha plasmato a sua immagine: esseri privi di occhi strisciano dove la luce non arriva, creature sconosciute pronte a ghermire chiunque sia abbastanza pazzo da allontanarsi dalle zone illuminate.
Come può Eliana sopravvivere in quella nera realtà dove lo spegnersi della fiaccola significa morte certa? E, soprattutto, saprà resistere alla tentazione del Buio?


"Suzie Moore e il Nuovo Viaggio al Centro della Terra" di Anita Book




Suzie Moore non è una ragazza come tutte le altre. Si veste in modo strano, è cinica e odia le persone. È nata in Illinois ma vive a Roma, dopo che la sua famiglia è morta tragicamente in una bufera di neve. Ama la musica ma non la scuola. Tuttavia proprio un libro cambierà per sempre la sua vita. Nascosto nel computer del preside della Scuola Americana di Roma, troverà un misterioso file che le darà accesso a un mondo di fantasia: quello descritto da Jules Verne nel suo Viaggio al Centro della Terra. Vivrà così un'avventura incredibile, al fianco del folle professor Lidenbrock e del giovane nipote Axel, il cui fascino metterà in crisi persino il suo cuore. Da Amburgo all'Islanda, dalla vetta del monte Sneffels alle profondità della Terra e là, dove Jules Verne non è mai andato e dove il confine tra finzione e realtà è un orizzonte quasi invisibile. E mentre la vita di tutti i giorni continua a scorrere, tra scuola e amici, delusioni e piccole e grandi conquiste, qualcosa dentro di lei - in un mondo diverso - le darà le giuste lezioni per superare le sue paure. 


"Exeptor: Legno e Sangue" di Fabrizio Cadili e Marina Lo Castro




Michelangelo Bonomi è un Exceptor, notaio del paranormale che sigla accordi tra gli Strati lì dove l’Armonia è stata compromessa. E a White Lake, tranquillo paesino del Canada, l’Armonia è minata da un’inquietante figura che uccide durante la notte di Natale. Unico testimone degli efferati omicidi è Len, un bambino nativo americano che ha perso i genitori in circostanze sospette. 
Cosa si cela dietro la placida serenità di White Lake? Perché Len continua a essere risparmiato? Toccherà all’Exceptor indagare sul caso, grattare via la patina dorata degli abitanti della cittadina e far tornare l’Armonia tra gli Strati. 
Tra orrori nascosti e vendette ataviche, Michelangelo Bonomi scoprirà che i mostri non si riconoscono soltanto dall’aspetto.


"Zomb Saga"




In un mondo devastato da un’apocalisse zombie, quattro diver­si tipi di morti viventi costringono l’umanità a dividersi in al­trettante fazioni. Nomadi, religiosi, reietti e militari si conten­deranno ciò che resta del mondo che conosciamo cercando di sopravvivere a zombie vaganti, posseduti, mutanti e infetti. An­tonio AmodeoDaniele PicciutiAlexia BianchiniMala SpinaMarco RoncacciaFabio Ghioni eSamuele Fabbrizzi creano una raccolta di racconti ambientata in un universo che cerca di mettere d’accordo tutti gli appassionati della letteratura Z. Zomb Saga si avvale inoltre della collaborazione diFederico “Videodrome” Frusciante che non manca di deliziare i fan del grande schermo con un breve saggio riguardante il cinema e i morti viventi.



martedì 19 settembre 2017

Segnalazione "La paziente 1155" di Francesca Petroni

Buongiorno lettori!

Oggi vi segnalo un particolare ebook:

"La paziente 1155" di Francesca Petroni


Si tratta di un ebook a colori, quindi è disponibile solo per i dispositivi in grado di supportare questa funzionalità, come PC, Kindle Fire e app per smartphone.

Titolo: La Paziente 1155
Autrice: Francesca Petroni
Editore: Self
Genere: Giallo/Thriller Investigativo
Formato: ebook
Prezzo: 2.99 €, gratis con KU
Data pubblicazione: Novembre 2015
Protagonisti: Miriam e Marco
Pagine: 101


Trama


Una paziente priva di sensi di cui non si conosce l’identità. Una professoressa di Psichiatria e il suo assistente si scambiano i loro pareri sulla sua cartella clinica, ma niente è come sembra…


Estratto



Note

La lettura di questo libro non procede in modo lineare, ma ha due livelli, trattandosi di un testo centrale a cui si agganciano dei commenti a latere.


In questo caso è stato creato in modo che rappresenti una cartella clinica su cui due persone si parlano tramite degli appunti, investigando sullo strano caso di "Eva" una ragazza priva di sensi di cui non si conosce l'identità. Alcuni degli avvenimenti raccontati nel "diario" sono autobiografici.





domenica 17 settembre 2017

Recensione "La pianista di Auschwitz" di Suzy Zail

Titolo: La pianista di Auschwitz
Autore: Suzy Zail
Editore: Newton Compton
Pagine: 160
Anno: 2016


Trama


Hanna ha quindici anni ed è una pianista di talento. È cresciuta in una famiglia ebrea della media borghesia ungherese, ma quando la città in cui vive viene rastrellata, dovrà conoscere insieme ai suoi cari gli orrori del campo di concentramento. Sua madre impazzirà dopo essere stata separata dal marito, e Hanna rimarrà sola con la sorella Erika ad affrontare un luogo agghiacciante e brutale come Auschwitz. Un giorno, però, le viene offerta la possibilità di suonare il pianoforte per il comandante del lager, una scelta sofferta per la povera ragazza. Una volta entrata nella villa del nazista, conoscerà suo figlio, Karl, ragazzo affascinante che sembra rinnegare la vita dello spietato padre. Di primo acchito, Hanna non potrà fare a meno di odiarlo con tutta se stessa. Eppure, man mano che passano i mesi, un altro sentimento per il giovane Karl si farà strada nel suo cuore…



Recensione


"La pianista di Auschwitz" è un libro dell'autrice Suzy Zail che ha creato nella sua fantasia alcuni personaggi inserendoli in un contesto storico realmente esistito grazie ai racconti di suo padre. Quest'ultimo le raccontò la sua storia soltanto quando gli fu diagnosticata una malattia terminale; gli avevano dato sei mesi di vita. Il padre di Suzy Zail fu caricato su un carro bestiame diretto ad Auschwitz a soli 13 anni. L'autrice in questo libro si ispira alla sua storia e a quella di tantissime altre persone che ha appreso tramite libri, film e documenti storici.

La narratrice e protagonista è Hanna Mendel, una ragazza ebrea di quindici anni, ottima studentessa con una grande passione per la musica. Possiede, infatti, un pianoforte e il suo sogno è quello di eguagliare Clara Schumann. Hanna vive insieme ai suoi genitori e a sua sorella Erika nel ghetto nel quale sono stati relegati fin quando un notte dei soldati gli comunicarono che sarebbero stati trasferiti, ma non dissero dove. Furono costretti a lasciare tutte le loro cose e a portare lo stretto necessario poi salirono su un camion con tantissime altre persone e arrivarono al mattonificio Serly. Hanna restò subito turbata dalla situazione che le si presentò davanti mentre sua sorella cercava di farle forza e così suo padre, ma la madre, invece, sembrava non ragionare più. Dopo alcuni giorni furono nuovamente trasferiti, ammassati in carri bestiame con le porte chiuse e inchiodate per tre giorni interi, arrivarono infine in un luogo chiamato Auschwitz-Birkenau.

💙

Diciamo che all'inizio il libro mi stava prendendo parecchio e, come sempre quando si tratta di libri di questo genere, mi ha commosso in più punti. E' stata una lettura piacevole, la storia è scorrevole per questo si legge velocemente, ma se devo dire la verità mi aspettavo molto di più. Probabilmente cercavo qualcosa di più profondo che invece non c'è stato, per questo motivo gli ho dato 4 e non 5 stelline su anobii. Comunque, è senz'altro una storia emozionante, ma il personaggio che mi ha colpito di più non è stato quello di Hanna bensì quello di Karl, il figlio del comandante presso il quale Hanna andrà a suonare il pianoforte, che a dispetto delle apparenze dimostrerà di essere una persona completamente diversa da suo padre.




venerdì 15 settembre 2017

Segnalazione + Giveaway "La piccola Parigi: Leggende di Cabiate" di Alessandro Tonoli

Segnalazione + Giveaway 

Titolo: La piccola Parigi: Leggende di Cabiate
Autore: Alessandro Tonoli
Editore: GWMAX srl
Pagine: 41
Anno: 2015

Trama

“Una città, un racconto misterioso e una bambina di cui nessuno ha mai saputo il nome.
Ecco cosa si cela dietro Cabiate e il suo essere chiamata dai suoi abitanti “La piccola Parigi”, per un motivo che però nessuno sembra ricordare. Forse solo il nonno di Chiara ha, nascosta nel suo passato, la chiave per svelare la natura di questo incantesimo che ora, forse, sta per essere finalmente rivelato.”

Estratto

Sembravano, diceva, fatti per essere incastrati nello stesso corpo. Chiara non capiva bene cosa volesse dire. Ma quando anche mamma gliene parlava con occhi raggianti, lei a quel punto, capiva un po’ di più. Capiva guardandola. E lo capiva soprattutto, quando vedeva il nonno e la nonna guardarsi.

Biografia Autore




Nato il 14/12/1988, Alessandro Tonoli si è laureato presso la facoltà di Comunicazione, New Media e Pubblicità dell’Università Uninettuno e lavora in un primario istituto di credito. Scrive articoli per il sito HavocPoint e ha un blog personale per il sito di tecnologia Tom’s Hardware dove si occupa di Cinema, Videogiochi e Media, chiamato Glasslands. 
Ha una passione per la recitazione e ha frequentato l’accademia teatrale dell’associazione culturale “Teatrando”, dove collabora saltuariamente come attore e drammaturgo.
Nel 2015 ha pubblicato il suo primo romanzo breve “La piccola Parigi”, edito da GWMAX Editore.
Nel 2017 pubblica per Delos Digital "Tutto quello che devi sapere sulla realtà virtuale – Applicazione e sviluppo nel mondo di ieri oggi e di domani"

GIVEAWAY


Buongiorno cari lettori!

L'autore del romanzo "La piccola Parigi", di cui avete potuto leggere sopra

trama e un piccolo estratto, ha messo in palio

una copia ebook del suo libro!


Per partecipare andate sul mio profilo instagram!



giovedì 14 settembre 2017

Segnalazione "Un cliente innocente" di Scott Pratt

Titolo: Un cliente innocente
Autore: Scott Pratt
Editore: TimeCrime - Fanucci Editore
Pagine: 235
Anno: 2017

dal 14 settembre in eBook, €4.99
dal 28 settembre in libreria, €9.90

Trama


Il primo e coinvolgente volume della serie che vede come protagonista Joe Dillard.

Quando il corpo di un predicatore, abituale frequentatore di uno strip club, viene rinvenuto nella stanza di un motel del Tennessee, a essere accusata del brutale omicidio è l’affascinante quanto misteriosa cameriera Angel Christian. Il proprietario del club, intenzionato a scagionare la sua dipendente, decide di assumere per la difesa Joe Dillard, avvocato un tempo cinico e disincantato ora non più così disposto ad accettare il compromesso tra il lato più brutale della professione e la propria coscienza. Dillard è sul punto di mollare, ma uno come lui non può resistere al richiamo di un caso così scottante, che coinvolge ambienti tradizionalmente ermetici e schivi, e che rischia di segnare il destino di persone innocenti. In fondo il lavoro è l’unica scappatoia da un’esistenza al limite della sopportazione, con una sorella tossicodipendente da poco uscita di prigione e una madre gravemente malata. Joe sa che solo ricacciando i propri tormenti dentro di sé potrà contribuire a dissotterrare una verità che è molto più scomoda di quanto immaginasse.

Una storia che procede ad alta velocità e che fa luce sui risvolti più torbidi del crimine. Una scrittura autentica, ricca di suspense e colpi di scena, che scuoterà il lettore dalla prima all’ultima pagina.


Biografia Autore


Scott Pratt, classe 1956, è nato a South Haven, nel Michigan. Laureato in giurisprudenza presso l’Università del Tennessee, ha svolto per diversi anni la professione di avvocato penalista prima di dedicarsi completamente alla scrittura. Vive nel Tennesse con sua moglie e quattro cani. Un cliente innocente, primo volume del ciclo di libri che vedono come protagonista Joe Dillard, sarà seguito a breve dal secondo capitolo della serie, In buona fede, in uscita a novembre.



mercoledì 13 settembre 2017

Recensione "Le braci" di Sandor Marai

Titolo: Le braci
Autore: Sandor Marai
Editore: Adelphi
Pagine: 181
Anno: 2011


Trama


Due uomini, un tempo inseparabili, si rincontrano dopo quarantun anni in un castello ai piedi dei Carpazi. Tra loro, nell’ombra, il fantasma di una donna, e un segreto che li porterà a scontrarsi in un duello senza spade, ma non per questo meno crudele. Pubblicato per la prima volta nel 1942, "Le braci" conferma la maestria di Márai nel descrivere una tensione che cresce fino a diventare insostenibile.

Recensione


Avevo sentito parlare molto del libro "Le braci" di Sandor Marai o, meglio, lo avevo visto parecchio in giro, ma in realtà non mi ero mai soffermata a vedere di cosa trattasse. Vista la curiosità, quando sono stata a Bologna quest'estate ho deciso di acquistarne una copia per vedere un pò perchè piaceva così tanto. 

Il primo personaggio e protagonista che conosciamo è l'anziano generale Henrik, figlio di un ufficiale della guardia reale, che vive isolato in un castello. E' il 14 Agosto e di ritorno dalla cantina del vigneto, il guardacaccia gli porge una lettera ed Henrik resta meravigliato non appena riconosce la grafia. Il mittente è Konrad, il suo vecchio e unico amico d'infanzia, tra di loro c'era stato un rapporto di fratellanza nonostante fossero molto diversi l'uno dall'altro, fin quando un giorno le cose sono cambiate improvvisamente. Sono passati quarantun anni e quarantatrè giorni. Per l'incontro con l'amico raccomanda Nini, la sua vecchia balia, di risistemare tutto come in passato. 

Nei capitoli che si susseguono conosciamo meglio la storia di Henrik e Konrad, le loro famiglie, le loro situazioni, gli ideali, i sogni nascosti, ma conosceremo ancora meglio il tutto durante la cena che i due faranno nell'antico salone dove avrà luogo il lungo monologo di Henrik al quale Konrad risponde ogni tanto con brevissime espressioni. 

Nel suo lungo periodo da solo, Henrik ha cercato e trovato tutte le soluzioni ai suoi dubbi, ma c'è ancora una cosa che lo tormenta, una domanda a cui non trova una risposta e vorrebbe che Konrad dipanasse la matassa.


"Le braci" è un romanzo che si legge con facilità, una pagina tira l'altra, perchè si vuole sapere cosa è successo e cosa succederà con una tale ansia che si legge il tutto molto velocemente. Allo stesso tempo però la lettura è attenta, mai frettolosa nonostante sia celere, perchè ci sono pagine e pagine di analisi approfondite che devono essere capite e il lettore non può permettersi di distrarsi. Sto parlando soprattutto del lungo soliloquio di Henrik, che a qualcuno potrebbe risultare anche pesante, ma io l'ho trovato interessante e avvincente, non mi era mai capitato di leggere un libro del genere (credo :D). Alla fine, forse, sono rimasta leggermente delusa, si capisce solo allora che ciò che conta non è di certo "la rivelazione". 



lunedì 11 settembre 2017

Segnalazione "La guerra dei lupi" di Alessio Del Debbio

"La guerra dei lupi" di Alessio Del Debbio

Titolo: LA GUERRA DEI LUPI
Saga: ULFHEDNAR WAR
Autore: Alessio Del Debbio
Editore: Edizioni Il Ciliegio
Genere: fantasy contemporaneo
Formato: cartaceo
Pagine: 412
Prezzo: 19,50 euro
Data di uscita: 8 giugno 2017

Trama


Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d’Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un’ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita.





Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato. 


«A nessun uomo dovrebbe essere concesso di vivere così a lungo, di non provare la malattia né la vecchiaia, di pretendere di essere un Dio. È la brevità, assieme all’impossibilità di averne una seconda, ciò che rende la vita un bene prezioso, degna di essere vissuta in ogni attimo. Se invece la morte diventa uno spauracchio per bambini e l’esistenza infinita, allora non è più vita. È banalità. È immeritata sopravvivenza. È trascinarsi di giorno in giorno senza sapere perché». (Johanna)



Biografia Autore




Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016), Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017).

Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani.



Contatti autore:



Blog “i mondi fantastici”: www.imondifantastici.blogspot.it


venerdì 8 settembre 2017

Recensione "La meraviglia delle piccole cose" di Dawn French

Titolo: La meraviglia delle piccole cose
Autore: Dawn French
Editore: Leggereditore
Pagine: 341
Anno: 2013


Trama


Le famiglie perfette non esistono. Mo se lo ripete almeno una volta al giorno, ma è difficile convivere con il fallimento, è difficile arrendersi di fronte al fatto che la vita ti sfugge tra le dita, lasciando in cambio solo rughe e incomprensione. Ed è ancor più difficile per una madre che è anche psicologa per l'infanzia capire che i propri figli non ne vogliono sapere di aprirsi a lei, né tantomeno di seguire i suoi consigli. Allora la soluzione sembra semplice, forse la felicità si nasconde in una storia che ti fa sentire di nuovo donna, oppure nel distacco, nel riappropiarsi della libertà perduta. Ma ciò che Mo scopre davvero è che oltre il bianco e il nero, c'è qualcosa in più del grigio. E la meraviglia che si cela dietro i dettagli minimi, quelli più insignificanti... che a cercarli meglio aiutano a ritrovarsi.


Recensione


"La meraviglia delle piccole cose" è uno dei libri che ho preso a pochissimo su libraccio nel mio ultimo ordine. Se non avete visto il video vi lascio il link: Mega Book Haul...di nuovo...

Quando ho mostrato i libri su instagram, mi avevano detto che si trattava di una lettura leggera, perfetta da leggere dopo un pesante romanzo, per questo ho deciso di leggerlo subito dopo il primo volume del Signore degli Anelli (non che quest'ultimo sia stato pesante, ma volevo staccare prima di iniziare il secondo).

E infatti, è una lettura semplice, molto scorrevole e piacevole, ma soprattutto è divertente. Si tratta di una sorta di diario di famiglia, i protagonisti quindi si alternano ovvero ogni capitolo è come una pagina di diario scritto di volta in volta da un diverso protagonista. I componenti di questa famiglia sono quattro: Dora (la figlia diciassettenne), Peter detto Oscar (il figlio sedicenne), Mo (la madre, la signora Battle) e il padre, ma quest'ultimo, pur essendo sempre presente nel romanzo, compare solo una volta come voce narrante.

🌸

Dora è la classica adolescente in collera con il mondo, che si sente incompresa e ha un rapporto burrascoso con la madre che sembra odiare. E' stato molto divertente leggere le sue parti nel romanzo, anche se secondo me esagera un pò con le parole e la madre su questo punto lascia correre un pò troppo, ma questo è un mio parere personale al riguardo.
Le parti di Peter o meglio Oscar (si fa chiamare così perchè è fissato con Oscar Wilde) sono quelle che mi sono piaciute di più. E' un ragazzo sopra le righe, è gay, ma questo non è assolutamente un problema per la famiglia. Il suo linguaggio è particolare, come tutto di lui, dal modo di vestire al modo di scegliersi i compagni. Una sola parola per descriverlo: fantastico!
Mo è una psicologa infantile che proprio per questo pensa di sapere e conoscere tutto di sua figlia, il problema è che passa molto più tempo al lavoro che a casa. Comunque, come dicevo prima, è anche troppo permissiva da certi punti di vista. Inoltre, sta attraversando un particolare periodo della sua vita che metterà a rischio il rapporto con la sua famiglia.
Infine, il marito di Mo ovvero il padre di Dora e Oscar l'ho trovato un padre magnifico! 

Non vi aspettate chissà che grande romanzo, anzi, come vi ho detto, lo definirei più un diario, ma è un libro sicuramente da leggere per passare delle ore felici e spensierati insieme a questa pazza famiglia, che poi potrebbe benissimo essere una tipica famiglia di oggi. Spesso mentre leggevo scoppiavo a ridere da sola e solo per questo merita di essere letto. Inoltre, Oscar è favoloso :D


mercoledì 6 settembre 2017

Segnalazione "Non piangere" di Francesca Petroni

Buongiorno lettori

oggi voglio segnalarvi il libro

"Non piangere" di Francesca Petroni

Titolo: Non piangere
Autore: Francesca Petroni
Pagine: 298

Ri-uscito il 1 settembre

Link per l'acquisto: Non piangere

Anche gratis con KU


Trama


Noemi ha vent’anni e si è appena diplomata. 

Sta ancora soffrendo per la perdita del padre quando un evento cambierà la sua vita.

Chi è l’ uomo biondo a cui ha appena distrutto il paraurti dell’auto? 


Lo scoprirà presto, intrecciando una relazione fatta di passione, carne, lacrime e sangue. Imparerà che fra il dolore e il piacere il confine può essere così labile da non poter essere distinto. Ma anche che la sofferenza, quella vera, può distruggere se non si ha la forza di combatterla.

Biografia Autore




Francesca Petroni è nata a Roma nel 1979, laureata in Giurisprudenza, ha un master in marketing e lavora in una multinazionale. Vive a Roma e ha due bambini. Studia Filosofia all'Università. Ha pubblicato "L'altro lato del sole" e "Quando arriva la notte" con La Corte Editore e "LIVIA" con Le Mezzelane Casa Editrice. 


Booktrailer


video


martedì 5 settembre 2017

Recensione "Il signore degli anelli: La compagnia dell'anello" di J. R. R. Tolkien

Titolo: La compagnia dell'anello
Serie: Il signore degli anelli
Autore: J. R. R. Tolkien
Editore: Libri Oro RCS
Pagine: 521
Anno: 2007


Trama


In questo primo romanzo della trilogia di Tolkien, il lettore conosce gli Hobbit, minuscoli esseri saggi e longevi. Frodo, venuto in possesso dell'Anello del Potere, è costretto a partire per il paese delle tenebre. Un gruppo di Hobbit lo accompagna e, strada facendo, si associano alla compagnia altri esseri: Elfi, Nani e Uomini, anch'essi legati al destino di Frodo. Le tappe del cammino li conducono attraverso molte esperienze diverse, finché la scomparsa di Gandalf, trascinato negli abissi da un'orrenda creatura, li lascia senza guida. Così si scioglie la Compagnia dell'Anello e i suoi membri si disperdono, minacciati da forze tenebrose, mentre la meta sembra disperatamente allontanarsi.

Recensione


Ero abbastanza indecisa, non sapevo se scrivervi o meno questa recensione perchè bene o male Il Signore degli anelli lo conoscono tutti. Alla fine però ho deciso di scrivervi giusto qualcosina in merito.

La trama è molto simile a quella del film o sarebbe meglio dire che il film è simile al libro. Il protagonista principale è Frodo Baggins, un hobbit che abita nella Contea. Egli eredita da suo zio Bilbo un anello magico trovato in una caverna durante le sue avventure che vengono narrate nel libro "Lo Hobbit". Tutto ruota intorno a questo strano anello che sembra far scomparire le persone non appena lo si indossa, ma allo stesso tempo sembra avere un potente influsso negativo su chi lo possiede. Grazie all'aiuto di Gandalf, uno dei membri del Bianco Consiglio, si scoprirà che l'anello recuperato da Bilbo è il famoso "unico anello" forgiato da Sauron migliaia di anni prima per comandare gli altri 19 anelli distribuiti nella Terra di Mezzo tra uomini, elfi e nani. Sauron purtroppo sembra aver saputo della ricomparsa dell'anello e Frodo è costretto a lasciare la Contea per iniziare un lungo viaggio. Egli però non sarà solo perchè a lui si uniranno inizialmente Sam, Merry e Pipino e successivamente verrà fondata una vera e propria "compagnia dell'anello".


💍

Per chi non avesse mai letto il libro nè visto il film, ho riportato giusto qualche piccola informazione. La storia è molto lunga e articolata, è ricca di descrizioni e piena di particolari. Per gli amanti del fantasy (me compresa) è un libro a dir poco fantastico e mi trovo completamente in disaccordo con tutte quelle persone da cui avevo sentito dire che era un romanzo noioso perchè troppo descrittivo. Non è assolutamente vero perchè tutto ciò di cui si parla e che viene ampliato è sempre inerente alla storia e sempre interessante, per cui la lettura scorre e non si arena. Come dicevo all'inizio, il film è molto simile al libro stranamente, le differenze sono veramente minime. Per quanto mi riguarda vi consiglio assolutamente di leggere questa magnifica trilogia! Qui sotto vi inserisco il link per acquistare il libro su Amazon, ma non essendo più disponibile il primo volume nell'edizione sopra riportata che io ho acquistato, aggiungo il link di un'altra edizione.

domenica 3 settembre 2017

Segnalazione "Dream Hunters" di Myriam Benothman

"Dream Hunters" di Myriam Benothman

Titolo: Dream Hunters 
Autore: Myriam Benothman
Editore: Astro Edizioni
Data di uscita: 21 novembre 2016
Pagine: 276
Prezzo: 2,99 € (ebook); 10,97 € (cartaceo)


Trama


Credici, sempre. E ciò che desideri si avvererà.


Cosa faresti se scoprissi di poter cambiare il corso delle fiabe?
Sophie ha 17 anni e vive a Parigi con il padre. In apparenza una ragazza come tante, finché non si imbatte in un antico libro di favole ed è vittima di un’allucinazione.
Hanno così inizio i suoi sogni vividi e surreali, ambientati in una dimensione popolata da personaggi incantati. La sua vita si sdoppia su binari paralleli che finiscono per confondersi tra loro, con risvolti inaspettati sul mondo reale.
Integerrimi principe azzurri e ingenue principesse. O quasi. Un amore avventuroso e proibito. Una presenza oscura in cerca di riscatto.


Finalista del Premio Cittadella 2017 per il miglior fantasy dell’anno, Il ponte illusorio è il primo volume della trilogia Dream Hunters. Una favola moderna adatta a tutte le età, che trascina il lettore in un sogno a occhi aperti, riportando a galla emozioni dimenticate.

Biografia Autore



Myriam Benothman, italiana nata a Tunisi, è cresciuta a Roma in una famiglia multiculturale. Quadrilingue con il pallino delle sfide, è la più giovane matricola nella storia dell’università La Sapienza.
Si laurea in Scienze politiche e Relazioni internazionali e intraprende una brillante carriera nel mondo del marketing e della comunicazione, diventando Global Head of Digital & CRM in Bulgari (Gruppo LVMH).
Il nonno Alberto Perrini – premiato autore teatrale, critico letterario e giornalista – la invita a coltivare sin da piccola la passione per la scrittura, così lei si dedica alle fanfiction su internet. Pubblicati sotto pseudonimo, i suoi racconti si ispirano a noti manga giapponesi, trovando ampio consenso tra le lettrici che la seguono con affetto da anni.




venerdì 1 settembre 2017

Nuove uscite Agosto/Settembre "Leone Editore"

Nuove uscite Agosto/Settembre "Leone Editore"


"Amnesia"

COLLANA: Sàtura
DIMENSIONE: 14x21 cm
PAGINE: 128, Brossura
PRIMA EDIZIONE: 2017
ISBN: 978-88-6393-408-3
PREZZO: 9.90EUR
DATA USCITA: 24 Agosto

Link per l'acquisto: Amnesia



Trama


Chi è davvero Alba?

Quali segreti nascondono i suoi ricordi 
perduti?

Quando, a fatica, riesco ad aprire gli occhi per un istante, vedo tutto offuscato e mi gira la testa. Faccio un respiro pro fondo e provo di nuovo, ma la vista è ancora annebbiata e comincio ad affannare spaventata. Sono confusa, non percepisco più i miei sensi né tantomeno il mio corpo, credo di essere febbricitante. Tento ancora di aprire gli occhi anche se li avverto pesanti, e questa volta intravedo un’ombra; cerco invano di metterla a fuoco. Più mi agito e più respiro a stento, come se facessi fatica a trovare l’aria, come se arrancassi a trovare persino me stessa.


Alba, una giovane donna italiana, si ritrova un giorno in un villaggio in Africa, distesa sul letto, morente, senza ricordarsi nulla di se stessa e di quello che le è accaduto. Viene salvata, recupera le sue forze, si sposa, ha un figlio. La sua vita sembra aver ripreso un senso, quando all’improvviso il villaggio viene attaccato, bruciato, raso al suolo. Alba perde di vista suo figlio e viene catturata per essere venduta come schiava. La sua memoria perduta la tormenta e infine ritorna con mille domande senza risposta, mentre la donna lotta per liberarsi e per tornare dalla sua famiglia, senza mai arrendersi.


Biografia Autore


Paola Di Nino è nata a Milano il 29 aprile 1986 ed è laureata in Ingegneria delle Telecomunicazioni. Appassionata di viaggi, danza ed equitazione, si avvicina alla letteratura prima con un paio di raccolte di poesie e poi con la prosa. Amnesia è il suo secondo romanzo dopo Condannati a morte, pubblicato con Leone Editore nel 2015.



🌟



"Spirito Eterno"

COLLANA: Sàtura
DIMENSIONE: 14x21 cm
PAGINE: 214, Brossura
PRIMA EDIZIONE: 2017
ISBN: 978-88-6393-410-6
PREZZO: 10.90EUR
DATA USCITA: 24 Agosto

Link per l'acquisto: "Spirito Eterno"


Trama


In un mondo di pirati, eserciti, filosofi e 
inquisitori, un romanzo esplosivo di
polvere da sparo, alchimia ed esoterismo.

L’ombra dimenticata era la radice di ogni male sulla Terra e, da quando avevano perduto il Kavod, gli iperborei avevano nascosto la chiave dei costruttori al suo cospetto, rendendola a tutti gli effetti il guardiano più tetro e sicuro del mondo. Lui ed Edward non sarebbero mai riusciti a fermare in tempo la guerra che stava per squarciare l’Europa, quindi la Terra, un giorno, avrebbe dovuto essere ricostruita. John Dee strinse fiero il pugnale che gli avrebbe dato l’onore di combattere la battaglia più difficile all’ombra della storia e ricordò emozionato quel giorno lontano, migliaia di anni prima, quando aveva un nome diverso e una vita diversa e aveva provato per la prima volta la sua creazione più geniale.

XVI secolo: la guerra fra la Spagna di Filippo II e l’Inghilterra di Elisabetta I infuria sugli oceani, fra vele imponenti e palle di cannone, e il corsaro Sir Francis Drake si appresta a reggere il poderoso urto dell’Invicible Armada. La battaglia per la ragione di Dio risveglierà l’ombra imprigionata dagli eroi dell’antichità. L’alchimista John Dee, con l’aiuto dell’amico e collega Edward Kelley, è pronto a compiere il viaggio a cui ogni iniziato è destinato per scoprire il segreto dello spirito e l’essenza stessa della magia. Le voci degli angeli celesti lo guideranno attraverso il mistero più oscuro della storia. Ricordi di vite passate, cosmogonie di origine mistica, scoperte sul mondo della magia e dell’occulto si mescolano per rivelare la vera natura dell’alchimista «viaggiatore», che sarà chiamato a un ultimo duello con una creatura astuta e potenzialmente mortale per l’intero genere umano.

Biografia Autore


Andrea Oliva classe 1984, ha studiato scrittura creativa e sceneggiatura con i maestri candidati all’Oscar Giacomo e Furio Scarpelli. Attingendo dalle teorie di Mauro Biglino sugli antichi astronauti e dai saggi sulla mitologia di Atlantide e sui misteri irrisolti, nella sua narrazione dedica una particolare attenzione alle leggende, ai periodi oscuri della nostra Storia, all’umanità dei personaggi e alla loro natura tutt’altro che infallibile. Con Leone Editore ha già pubblicato Sangue ancestrale (2016).


🌟


"RustyDogs"


ISBN: 978-88-6393-415-1
COLLANA: SÀTURA
PAGINEe: 200

PREZZO: 10,90 euro
DATA USCITA: 21 Settembre 2017



Trama


UN GRANDE COMPLOTTO CONTRO LA 
RAZZA UMANA
SOLO NAVARRO E I RUSTY DOGS 
POSSONO SVENTARLO


L’atmosfera nostalgica riportò la mente di Navarro a tempi 
lontani e malinconici. Il rumore degli zoccoli di un film western 
anni Settanta risuonò da lontano, il deserto e la polvere giunsero 
sopra un Dio alato proveniente dalla campagna. Ennio Morricone 
dirigeva l’orchestra con lo stesso vigore di quando era ancora 
giovane. Arrivò poi il suono del tacco di uno stivale e il sapore di 
alcol e tabacco masticato. Era la terra dei cowboy, risvegliata nel 
protagonista dall’ego ubriaco di quattro creature notturne pronte 
a spaccarsi la faccia solo per un commento rabbioso.


Navarro viene licenziato dal centro logistico in cui lavorava, e decide per vendetta di rubare uno scatolone. Quella stessa sera però è coinvolto in una rissa, finisce in un ospedale e rimane poi per mesi chiuso in casa, preso dall’apatia. Quando infine conosce Rachele e le racconta la sua storia, si accorge che la ragazza da cui è così attratto sembra essere molto curiosa in merito al contenuto del pacco rubato. Pur rifiutandosi di parlarne con lei, Navarro apre lo scatolone, e la sua vita ne risulta sconvolta per sempre.

Biografia Autore


Alessio Adami, nato a Lucca, inizia a scrivere a vent’anni usando spesso lo pseudonimo Kylen Logan. Diplomato in elettronica e devoto alle arti marziali, non riesce ad abbandonare la sua vena letteraria, combinando la sue passioni all’interno dei suoi testi. Di origine toscane, dopo aver viaggiato tra Europa e Asia è tornato alla sua terra di origine dove tutt’ora vive.