giovedì 10 agosto 2017

Recensione "Muri di cristallo" di Vanessa Marini

Titolo: Muri di cristallo
Autore: Vanessa Marini
Editore: Kimerik
Anno: 2017
Pagine: 106


Trama


Eva, laureata in Ingegneria con il massimo dei voti, è convinta che nel lavoro contino preparazione e meritocrazia. La sua vita cambia repentinamente quando trova lavoro presso l’azienda Bertoni Distribuzione. L’occasione di una vita finalmente è lì, a portata di mano. Ma è un ruolo denso di compromessi, regole tacite da accettare, pena il licenziamento, persino quando un episodio traumatico cambia la sua esistenza. Sola ma determinata, Eva prosegue il suo percorso in una società lavorativa sempre meno rosa, rendendosi conto di quanto essere donna sia un’avventura irta di ostacoli.  

Recensione


"Muri di cristallo" è un romanzo dell'autrice Vanessa Marini. Tutte le sue opere sono caratterizzate da un tema costante: la violenza e la discriminazione nel mondo delle donne. "Muri di cristallo" è il quarto libro di questo progetto volto alla sensibilizzazione riguardo a questi temi di grande attualità.


Nella prefazione viene descritta in breve la situazione lavorativa delle donne a partire dal 1902 quando ci fu la prima legge a tutela delle lavoratrici che regolamentava l'orario di lavoro. Solo nel 1948 il lavoro femminile assunse rilievo costituzionale (articolo 37); iniziò così un lungo percorso verso la parità di trattamento e una più equa conciliazione tra lavoro e famiglia.
Tuttavia, ancora oggi le donne continuano ad essere svantaggiate rispetto agli uomini in ambito lavorativo e, soprattutto, sono vittime di molestie e mobbing.

Tutto ciò viene messo in evidenza nella storia della protagonista, Eva, una donna laureata a pieni voti in Ingegneria Civile che credeva di riuscire ad avere successo nel mondo del lavoro grazie al "merito".
Dopo aver inviato, invano, curriculum vitae in tutta Italia, Eva iniziò a spedire lettere anche ad aziende che non avevano nulla a che fare con i suoi studi. Rinunciando, inoltre, alla sua sobrietà. si impegnò più del solito nella preparazione di trucco e vestito e si presentò ad un colloquio di lavoro. Andò bene ed Eva iniziò a lavorare in un'azienda di abbigliamento e accessori, ma da subito constatò alcune piccole cose, come clausole e lettera di dimissioni già pronta alla fine del contratto (solo in quello delle donne) e come tutte le ragazze appena prese fossero praticamente uguali: ben truccate, vestite con gonne aderenti e scarpe dal tacco alto, tutte con forme morbide e seni in evidenza. Quando  poi il Direttore sceglierà lei per farsi accompagnare in un viaggio di lavoro non comprenderà gli strani sguardi tra le sue colleghe e si ritroverà coinvolta in una situazione che le sconvolgerà la vita. 


💖

Muri di cristallo è un romanzo che mi ha ispirato fin da subito e non ne sono rimasta affatto delusa. Già la copertina è magnifica e ho scoperto, tra l'altro, che l'autore di tutte le copertine dei libri di Vanessa Marini è suo padre essendo un pittore.
La storia si legge velocemente, la lettura è molto scorrevole e la trama ben costruita. E' un libro che permette di entrare in contatto con problemi assolutamente attuali che non si è stati ancora in grado di risolvere e avrei seri dubbi in proposito. La protagonista è una donna all'inizio ingenua, ma con il tempo il suo carattere si fortifica visto ciò che ha subìto e ciò che dovrà superare da sola. 

💖



Vi riporto una frase che si trova verso la fine del libro che mi ha colpito particolarmente:

 "Questa volta non mi sarei preoccupata degli altri. Il giudizio altrui è davvero inutile. Se vivi per far piacere agli altri, tutti saranno contenti tranne te"


Proprio verso la fine mi sono anche commossa


2 commenti:

  1. Ciao!
    Deve essere interessante questo libro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! si è molto interessante soprattutto perchè le situazioni descritte sono assolutamente attuali!

      Elimina

Sono felice che tu abbia deciso di lasciare un commento :)