Ultime Recensioni

Video sul canale

lunedì 3 agosto 2015

Recensione "Storia di una ladra di libri"



Markus Zusak
Storia di una ladra di libri

Autore: Markus Zusak

Editore: Frassinelli

Anno: 2014

Pagine: 563



Storia di una ladra di libri è un romanzo che riesce a unire la tragedia del Nazismo con la storia e la magia legata a una ragazzina innamorata della lettura. 
Liesel è la protagonista del libro, una bambina diversa dagli altri e che nonostante viva in un momento terribile, è capace di vedere il mondo in maniera diversa grazie all'aiuto dei suoi libri.
La trama è ambientata nella Germania del 1939, quando il Nazismo sta uccidendo un sacco di famiglie, tra cui anche il fratello più piccolo della ragazzina. Nel giorno del funerale, Liesel si accorge che un libro è stato abbandonato nella neve e senza pensraci su più volte, decide di diventare la padrona di quel tomo.
Per la prima volta si trova a rubare il suo primo libro, che diventa un amico di grande conforto per superare i momenti difficili che si trova ad affrontare.  Solo grazie all'amore di un padre adottivo che adora Liesel fin dal suo arrivo, la ragazzina impara a leggere e a diventare una perfetta "ladra di libri".



Infatti, dopo la fine della prima lettura, Liesel si ritrova a sottrarre i libri ai primi roghi nazisti (che consideravano la lettura un tabù) e poi dalla grandissima biblioteca della moglie del sindaco. Il suo obiettivo non è quello di rubare, ma di fare il possibile per salvare le opere preziose della letteratura mondiale.
Liesel cerca nei libri una protezione che nessuno è  in grado di dargli in un momento di guerra.  Grazie alle mille avventure che la portano alla ricerca di nuovi libri, la ragazza riuscirà a tenere in vita un ebreo che la sua famiglia adottiva ha deciso di nascondere nella cantina, per non farlo trovare ai nazisti. Un libro davvero commovente scritto sapientemente da Markus Zusak.



Nessun commento:

Posta un commento

Sono felice che tu abbia deciso di lasciare un commento :)